CITY FARM-Educazione in Natura...tra la Terra e gli Animali...

Questo progetto Accompagna i bimbi durante le loro ESPERIENZE...

Potranno Confrontarsi con le proprie Capacità e con i loro Compagni.

Avranno modo di Conoscere le proprie emozioni, di Ascoltarle e di Accoglierle.

Vivranno questa esperienza in un clima Famigliare ricco di sorrisi, abbracci e complicità.

Avranno la Possibilità di Conoscere e Rispettare la Terra e i Tutti i Suoi Abitanti, viventi e non.

 

 

 

 

 

La Scuola In Natura Rispetta i Tempi dei Bambini...

Ascolta i loro Bisogni...

Mette a Disposizione Strumenti in Ogni Dove...ed Insieme alla Creatività dei bambini, Nascono Sculture, Fiabe, Giochi,Zattere, Archi e frecce, ponti tibetani e Molto altro...

I giorni di pioggia...

Con la Tuta e  gli stivali impermeabili potremo andare a giocare finalmente nelle pozzanghere...

Potremo ascoltare la pioggia che scenderà dal cielo mentre bagnerà ogni cosa con il suo tocco...che potrà essere leggero a volte, pesante e deciso altre.

Ogni cosa inizierà a profumare in modo diverso...i suoni cambieranno.. qualche animale si fermerà, altri usciranno fuori dal terreno...e magari qualche uccellino saltellerà tra  un ramo e l'altro cercando un posticino più asciutto...

E dopo la pioggia?! Rimarranno tracce, fango,centinaia di lombrichi...

La Natura Dona in Ogni Momento...

 

 

Il progetto è senza sede fissa.

La scuola è ovunque ci sia esperienza..

Si vivono giornate in paese, in città, al mercato, nei negozi..

Si instaura un rapporto e un rispetto,con la cittadinanza.. e tra i compagni..

Si imparano le regole di buona convivenza e i codici stradali...Semplicemente Vivendole..

Si va nei prati e nei boschi...si cammina, si corre, ci si rotola, ci si sdraia, si guardano le nuvole, si cerca di capire a cosa somigliano o se magari sono una forma tutta nuova...

Si ViVoNo le Stagioni...

Si Chiede e si Dà Aiuto e Sostegno...

E poi sì certo...si cucina, si creano oggetti con vari materali, di dipinge in modo creativo, si accende e si alimenta il fuoco..

Insomma si FA con le MANI...

Questo Progetto è un gruppo informale di genitori, ente senza personalità giuridica, denominato "UN BOSCO PER AMICO", con la finalità di svolgere attività di sostegno alle famiglie facenti parte del Gruppo,organizzato da queste senza finalità di lucro e per la semplice condivisione degli oneri di gestione.

La signora Alice Bertolotto Bianc è nominata responsabile di tutte le attività del gruppo e lo rappresenta nei rapporti con gli eventuali terzi coinvolti nell'iniziativa e, esclusivamente in questo senso, ne è legale rappresentante. La responsabilità degli atti del gruppo è personale e solidale in capo ai soggetti che hanno costituito e compongono il gruppo stesso.

E' una Scuola Parentale, vedi art. 30 e 33 della costituzione italiana. Oltre ad avere bimbi in eta' da nido e infanzia,il progetto ha attivato le ELEMENTARI IN NATURA, senza giudizi, considerando gli errori delle Prove.. Lavorando, in banchi da lavoro per potersi confrontare e supportare,e partendo dall'interesse del bambino..

Il pogetto e i metodi si ispirano al "maestro artigiano" Freinet e a Mario Lodi, ma non solo.. 

Viene utilizzato anche il metodo montessori, bortolato ed altri...

I bimbi Fanno GRUPPO in Ogni Occasione...

Il progetto organizza e propone attività e laboratori per famiglie, bambini e scuole.

Laboratori di falegnameria, attività editoriali, restauro mobili, riciclaggio creativo..

Accompagnamento, supporto, per i futuri e neo genitori, in collaborazione con la pedagogista Tatiana Checchinato.

Corsi di formazione, aggiornamento su vari temi, quali ad esempio Inquinamento,Alimentazione,Conoscenza del proprio corpo( progetto "SIAMO FATTI COSì"), in collaborazione con medici.

Creazione di cosmetici e prodotti per la casa Naturali.

La storia delle city farms affonda le radici nel secolo scorso, quando nel nord Europa sorsero le prime strutture destinate al riavvicinamento delle persone agli antichi valori della campagna, mantenuti in vita non solo attraverso l’osservazione di animali e piante selvatiche, ma anche mediante la partecipazione attiva alla vita della fattoria, in un’ottica di riscoperta del valore inestimabile della terra e dei suoi frutti.

Le city fams sono realtà agricole molto particolari poichè la loro finalità non è produttiva ma sociale, culturale ed educativa. Infatti sorgono in aree urbane, affinchè bambini, giovani e adulti possano avvicinarsi all’ambiente, conoscere gli animali in allevamenti di piccola scala, praticare l’orticoltura e aquisire maggiore consapevolezza rispetto al tema delle risorse naturali e l’interdipendenza col mondo naturale.

Nascono dunque dal bisogno di accedere a spazi verdi combinato con il desiderio di favorire forti relazioni comunitare e promuovere una riflessione critica su stili di vita sostenibili. Questi spazi risultano da subito luoghi molto frequentati da famiglie e bambini; oltre alla valenza socio-culturale, le city farm offrono interessanti potenzialità in ambito formativo ed educativo.

L'obiettivo è favorire lo sviluppo armonico del bambino attraverso pratiche educative orientate al contatto con la natura, alle attività manuali, alla relazione con gli animali e la creatività.

Nella Jugendfarm (city farm tedesche), i bambini e le bambine sperimentano possibilità e limiti del proprio corpo attraverso il movimento, alimentano il loro desiderio di scoperta e vivono la natura in modo autonomo, si prendono cura degli animali e degli ambienti in cui vivono, si impegnano assumendosi dei compiti imparando il senso della responsabilità sociale e della cooperazione.

Perchè una fattoria offre interessanti potenzialità al sostegno della formazione delle persone? Perchè allestire uno spazio educativo in forma di fattoria?

1. Perchè la fattoria è un esempio di equilibrio, convivenza e interdipendenza tra la dimensione umana e quella naturale/animale; la fattoria è una comunità variegata, abitata da creature diverse ognuna delle quali ha i suoi spazi e trova risposte specifiche ai suoi bisogni.

2. Perchè è una comunità che potenzialmente non produce rifiuti, in cui nulla va sprecato: è un piccolo esempio di “economia circolare”.

3. Perchè la fattoria è un contesto diversificato, in cui ogni persona può trovare ciò che la interessa: la stalla e gli animali, l’orto, la falegnameria, i laboratori, spazi per il lavoro, spazi per il movimento, spazi per il riposo… Per questo è un contesto inclusivo.

4. Perchè coinvolge l’individuo in modo globale, in ogni suo aspetto: cognitivo, emotivo, motorio, sociale, creativo.

5. Perchè la fattoria è un ambiente soggetto a continuo mutamento: cambia in continuazione, col tempo metereologico e con le stagioni, con le nascite e le morti degli animali che la abitano.

Il progetto educa i bambini dai 1 ai 17 anni all'APERTO in NATURA e con gli animali, con l'appoggio di tipi e yurte (tende riscaldabili). 

Il progetto si appoggia all'Associazione ViViAmo.

Contatti 

Email : unboscoperamico@gmail.com

Cellulare: 3423282610 whatsapp (Alice)